Crostata pears and Nutella and happy Father’s Day!

IMG_1300[1]

Today is Father’s Day and although many expats or migrants around the world have their dads away it is always good to prepare a beautiful cake to celebrate them even at a distance. Then of course, we will eat the whole cake by ourselves but what can you do … for dads will make this sacrifice :)

And if you are so good not to finish it all in one day you can hope that there remains a slice when you come back tomorrow or saturday night at 5 am wanting something good to eat..Or it can be perfect as Sunday breakfast!

Ingredients: 

  • 1 jar of Nutella (or chocolate cream)
  • 2 pears Kaiser
  • 1 egg and 2 yolks
  • 300gr flour 00
  • 125gr butter
  • 1 / 2 teaspoon of yeast
  • 100gr of sugar

IMG_1301[1]

Prepare the pastry:
Mix the softened butter with sugar and the eggs. Form a mound of flour mixed with baking powder and pour the mixture of butter and eggs in the center. Knead the dough with your hands until it forms a ball.

Wrap the pastry in plastic wrap and let rest in the fridge for at least half an hour.

After this time, divide the dough into two parts, one double the other.

Roll out with a rolling pin the biggest part of the dough and put it on a round baking pan previously covered with baking paper. At this point have fun and  spread the pastry with the nutella (or chocolate cream). I would suggest to warm a bit the cream so it will be easier to spread it.

Then, peel and slice the pears and place them in over the chocolate cream.

Now take the smallest part of dough and crumble it with your hands to form an uneven coverage of the whole pie.

Bake in a preheated oven at 180 ° for about 30 minutes.

 

Aspettando la primavera..

DSCN0589

Ma quanto buoni sono gli asparagi??Io da buona veneta li adoro! C’è chi dice che non hanno gusto ma chi lo dici non ne ha mai mangiati di buoni!! E poi sono poco calorici e..sanno di primavera, di tepore, di fiorellini che sbocciano e uccellini che cantano. To be honest mangiandoli qui a Brussels bisogna avere molta fantasia per vedere o sentire tutto questo ma..restano comunque buonissimi!

Uno dei piatti più tipici da fare con gli asparagi è sicuramente il risotto ma avevo voglia di un’alternativa al classico normale risotto con gli asparagi e cosi..Benedetta Parodi mi ha ispirato! Ebbene si..Fino a poco tempo fa (ora lo hanno tolto purtroppo), si poteva vedere La7 anche da Brussels e capitava che, quelle rare volte che tornavo prima delle 8 a casa dal lavoro, mi mettessi a guardare Benedetta aspettando il tg da buona italiana. In una puntata lei ha poposto questo risotto con asparagi verdi e burrata…mi ha subito convinto!  Il mio problema è che decido le ricette sempre all’ultimo e cosi mi sono messa di sabato sera all’ultima ora a cercare a Brussels una burrata..missione impossibile! Le avevano finite anche dal mio negozietto italiano di fiducia (Vi svelerò presto dove si trova). Ovviamente abitando all’estero e volendo proporre ricette italiane questi problemini capitano spesso percui bisogna essere flessibili a abili ad adattare le proprie idee al posto in cui ci si trova! E cosi..il risultato finale è stato un buonissimo RISOTTO AGLI ASPARAGI VERDI E MOZZARELLA DI BUFALA che vi dirò è forse stato anche meglio perchè la ricotta di bufala ha un gusto più forte e deciso che dà un certo sprint al piatto. IMPORTANTE: evitate le mozzarellla di bufala del Delheze o di qualsiasi altro supermercato, sono terribili. Se la si deve mangiare una volta che sia quella buona giusto? anche se costa un po’ di più. Io le ho prese sempre dal mio negozietto di fiducia ma in quasi tutti i mercati ci sono spesso banchi di prodotti italiani in cui potete trovarne di buone.

  • 2 mazzi di asparagi verdi sottili
  • 2 mozzarelline di bufala
  • una noce di burro per mantecare
  • prezzemolo
  • riso arborio o carnaroli
  • vino bianco per sfumare
  • sale e pepe

DSCN0590

Il procedimento è quello di un classico risotto: pulite, lavate e lessate gli asparagi, dividete le punte dai gambi. Frullate i gambi con un po’ d’acqua di cottura degli stessi asparagi e un po’ di sale, le punte invece tagliatele in piccoli pezzetti e mettetele a soffriggere con un po’ d’olio nella pentola dove poi unirete anche il riso. Essendo io allergica alla cipolla evito il soffritto ma voi siete liberi di farlo ovviamente! Tenete da parte 2 o 3 punte per decorare. Unite il riso alla maggior parte delle punte che stanno soffriggendo con l’olio, quando il riso sarà tostato sfumate con un mezzo bicchiere di vino bianco, l’altro mezzo, se si tratta di un buon vino, io vi consiglio di bervelo durante l’esecuzione della ricetta :)

Portate avanti la cottura del riso con l’acqua in cui avete precedentemente lessato gli asparagi e a cui avrete unito 1 dado per darci un po’ più di sapore. Quando il riso è cotto togliete dal fuoco, aggiungetevi un po’ di prezzemolo, i gambi frullati e infine mantecate con una noce di burro. In ultimo, proprio prima di servire, spezzettate dentro la mozzarella e pepate a piacere!

In alternativa alla mozzarella di bufala io proverei anche con la ricotta al forno grattuggiata sopra..se qualcuno di voi decidesse di provare questa variante mandatemi foto e giudizi e saranno pubblicati!!

Buon Pranzo

Buona Pasqua a week in delay!

So bene che avrebbe senso postare le ricette per il pranzo di Pasqua PRIMA di Pasqua in modo da darvi qualche ispirazione, ma..meglio tardi che mai giusto? E poi quella che vi sto per proporre è una ricettina che può andare bene tranquillamente in qualsiasi momento quindi perchè non riproporla domani o qualsiasi altra domenica? Io la consiglio anche per un Brunch o per un antipasto con gli amici accompagnata da un buon calice di vino! Premessa: è una ricetta facilissima e se volete anche un po’ banale come accostamenti ma..come ho già detto spesso la semplicità è garanzia di bontà!

Questa ricetta nasce, come spesso accade, dalla mancanza di alternative. La nostra idea era di creare un antipastino con le uova di quaglia che io adoro. Purtroppo però la missione è fallita, non le abbiamo trovate! Domenica mattina ci siamo svegliati non solo senza uova di quaglia ma con un solo uovo di gallina in frigo visto che tutti gli altri erano stati usati per altre mille ricette. che fare? Un pranzo di Pasqua senza antipasto e, soprattutto, senza uova…orrore! Panico…pensa silvia pensa…ed ecco la soluzione!

DSCN0584

CROSTONI CON BRICIOLE DI UOVO SODO, OLIO TARTUFATO E SCAGLIE DI PARMIGIANO

  • 1 uovo sodo per 4 costoni
  • olio al tartufo
  • parmigiano
  • sale e pepe

Non vi resta che comporre il piatto: Io avevo del pane di campagna comprato al mercato, l’ho leggermente abbrustolito in forno e ho tagliato ogni fetta in 2. Poi ci sbriciolate sopra l’uovo sodo, un filo di olio tartufato (fate attenzione a non metterne troppo), un po’ di sale e pepe e infine qualche scaglia di parmigiano! Per chi non lo avesse ancora provato per creare delle perfette scaglie di grana io suggerisco di utilizzare il pela patate cosi eviteranno di rompersi, non distruggerete il vostro grana e soprattutto saranno perfettamente sottili!